I backlinks ... spiegati ad una casalinga di Voghera

Chi ha un sito web o un blog in un modo o nell'altro avrà già sentito nominare questa parolaccia moderna.  Ma quando non si conosce qualcosa viene più facile continuare ad ignorare piuttosto che studiare e capire. Con i backlinks è conveniente spendere due minuti per capire e soprattutto per costruirli.

 I backlinks sono come strade che portano al tuo sito

Essere trovati nel web è diventata la preoccupazione più grande di tutti quelli che vogliono esserci, quindi adesso anche la tua..

Google ultimamente decide parecchio di cosa serve o no nel web per essere "trovati" in una rete sempre più vasta. Ed è proprio Google che, da gigante dei motori di ricerca con più del 90% di "search" effettuate a livello mondiale, ha deciso che per un sito web avere molti backlinks di qualità aiuta molto ad apparire nelle prime pagine delle ricerche.

Partiamo spiegando cos'è la SEO con parole "potabili".   SEO è l'acronimo di "search engine optimization", per chi non mangia megabyte tutti i giorni è l'insieme di regole da conoscere e osservare per trovarsi con le carte in regola negli indici dei motori, primo tra tutti Google.

Qui non proveremo solo a capire cos'è un backlink e cosa fare per guadagnarne tanti e di qualità ma anche come non mettersi nei guai cercando di aggirare le regole.

Un backlink è semplicemente un link da un luogo nel web al vostro sito. Facile, no?

backlink-pertinenti-mele-pere

Avere molti backlink è un indice di popolarità, una specie di passaparola. Google ci ha detto che però non sono tutti uguali, ma darà più credibilità ai backlinks alloggiati su siti considerati "pertinenti".  

Quando Google valuta qual'è la qualità di un backlink lo farà cercando di sapere per quali parole chiave il tuo sito e quello ospitante il link venite trovati.  Quindi ora sappiamo che non basta avere tantissimi backlink (bastava qualche anno fa) ma è cruciale la qualità di questi.  I contenuti dei siti da cui provengono i link al tuo sito devono essere in tema con i tuoi, se non lo sono, la qualità sarà considerata inferiore.

 

    Con quasi un miliardo di siti web nel mondo è abbastanza inutile mettere online il proprio sito ed aspettare di essere trovati.  

    Le strade che portano alle vostre pagine vanno costruite e queste strade virtuali sono i link al vostro sito. E' un'operazione che prende tempo ed un inizio potrebbe essere menzionare (in maniera elegante) un sito partner o affine invogliandolo a menzionarci a sua volta, creando una rete.

    Esistono in rete centinaia di "costruttori di backlink" gratuiti ma è difficile consigliarne alcuni in particolare, ciò che funziona per un settore potrebbe non funzionare per un altro e quello che faceva magie ieri adesso magari è potenzialmente nocivo. 

    In genere è più sicuro diffidare di chi promette 5000 link gratis subito ma dare fiducia a chi permette una ricerca per parole chiave per scoprire competitors e affinità. Uno strumento che ora è disponibile anche in italiano e regala una panoramica anche gratuita è SemRush , non costruisce links ma ci dice almeno dove siamo e ci concede anche un periodo di prova gratuito, provare per credere!

    I servizi web a pagamento che vendono backlinks hanno una qualità davvero variabile e per quanto comodi, sono da considerare anche pericolosi e poco etici.  La pericolosità deriva dal fatto che se comprassimo link scadenti la reputazione del nostro sito per google potrebbe essere compromessa ed otterremmo l'effetto opposto a quello desiderato.