Pagina facebook aziendale bloccata? Capita!

Hai una pagina Facebook business e tanti fan che hai faticosamente coltivato negli anni, comunichi ed interagisci con gioia e tutto va bene fino al giorno in cui ... viene chiusa.

Sì, può succedere a chiunque, quindi meglio sapere come comportarsi, soprattutto prima che succeda!

facebook-account-bloccato-lucchetto

E' successo a tante aziende di ritrovarsi all'improvviso con la pagina aziendale chiusa, può essere dovuto ad hakeraggio ma più comunemente ad ingenui errori di gestione.  

Conoscere le regole e rispettarle o affidarsi ad uno specialista sono due opzioni valide.  Una delle prime cose da sapere (e che pochi sanno..) è che può essere saggio avere più di un amministratore. Il motivo risiede nel fatto che se all'account dell'unico admin succede qualcosa ne resta sempre un altro per accedere alla pagina business.

La violazione di alcune norme non porta certo alla cancellazione della pagina ma, risultando sgradita a Facebook ci può penalizzare (e spesso neanche ce ne rendiamo conto..).

Già prima di scegliere il nome della pagina ci sono delle buone norme da rispettare.  Ad esempio il nome deve rispecchiare il tuo business, non deve contenere troppa punteggiatura o simboli di marchi registrati.

La foto di copertina (quella grande) può facilmente violare le regole di Facebook.  Alcuni gesti anche banali potrebbero costarci caro. Inserire l'indirizzo ed i contatti oppure prezzi e sconti è proibito. E' anche proibito usare foto potenzialmente ingannevoli o di cui non si hanno i diritti d'uso.

I pulsanti "like/condividi" non possono essere usati per far votare i fan (tanti lo fanno comunque, ma non si può). Se si organizzano concorsi ci sono regole da rispettare e sono diverse in ogni paese, in Italia è un incubo!  E' proibito addirittura scrivere Facebook con la f minuscola..

Uno dei modi più facili per farsi chiudere la pagina o avere l'account pubblicitario bloccato è violare le norme sugli ADS, cioè sui post sponsorizzati e la pubblicità Facebook.   

Fonte Facebook, regole facebook ads

Fonte Facebook, regole facebook ads

Fino a qualche tempo fa, ad esempio, bastava mettere troppo testo su una foto che il sistema ne impediva la pubblicazione sponsorizzata. Adesso si è furbescamente ammorbidito, ci informa che più testo mettiamo, meno sarà diffuso. A me sembra un buon compromesso.

Se i tuoi post non sono limitati ad un pubblico maggiorenne, potrebbero restare bloccati o "rallentati" perché il sistema deve assicurarsi che siano adatti.  Alcool, fumo digitale, articoli per adulti, medicinali, armi e servizi per la contraccezione sono alcuni dei più "delicati".

Le foto utilizzate non devono rappresentare niente di esplicitamente sessuale se non per fini artistici.  Contenuti violenti, scioccanti o sensazionalistici verranno bloccati.

Anche riferimenti espliciti a razze e religioni vanno usati con cautela.

Fonte Facebook, norme facebook ads

Fonte Facebook, norme facebook ads

Vediamo cosa succede nel dettaglio e cosa si può fare se ormai la pagina è già bloccata:

  1. Dopo aver ricevuto un'email di notifica riceverai anche un modulo per fare ricorso alla chiusura. Se fai tutto bene hai buone possibilità.
  2. Ferma la pubblicità. Sembra scontato, ma assicurati che sia tutto fermo.
  3. Fatti sostenere dai tuoi fan, ci sono precedenti (da verificare) in cui i fan hanno fatto leva ed ottenuto il ripristino della pagina.
  4. Riparti da zero. E' doloroso ma non impossibile. Ora sai come fare, e poi se i tuoi fan sono veri fan ti ritroveranno volentieri.

 

Da questo link puoi segnalare problemi, bugs e malfunzionamenti alla tua pagina, ma se la tua pagina è sparita non perdere tempo e manda anche un'email a:  info@support.facebook.com  mettendo nell'oggetto riferimenti al ripristino della pagina.

Ricorda sempre che la tua pagina Facebook non è "tua" ma sei ospite del portale, come tutti. Questo ti deve far riflettere su come ripartire i tuoi investimenti tra i diversi canali di comunicazione digitali che usi per il tuo business.

facebookSalvatore Cocurullo